Importanti lavori sulle rete dell’acquedotto

A Castiglione Tinella negli ultimi quindici giorni la Tecnoedil ha lavorato in due diversi cantieri per ottimizzare la rete che porta l’acqua potabile dell’Acquedotto delle Langhe in tutte le abitazioni. In particolare, si è operato in zona San Carlo, nelle vicinanze della chiesetta campestre che accoglie il punto panoramico più alto del territorio: obiettivo dell’intervento è la riqualificazione del sistema acquedottistico con alimentazione della rete idrica da un serbatoio di volumetria nettamente superiore all’attuale, ed in grado di fornire maggiori garanzie di continuità nell’eventualità di un’interruzione prolungata della fornitura di monte. Il progetto attivato ha quindi come obiettivo la dismissione e successiva demolizione del serbatoio esistente, con riqualificazione dell’area a favore di un rilancio in rete a pressione costante da realizzarsi nel serbatoio di volumetria maggiore posto a qualche centinaia di metri. I lavori interessano quindi la realizzazione di due nuove condotte aventi una estensione di circa 200 metri cadauna, l’una destinata all’alimentazione diretta da ALAC di quest’ultimo serbatoio (acciaio DN150 PN40) e l’altra destinata al collegamento dello stesso alla rete idrica oggi alimentata dal serbatoio S. Carlo in via di dismissione (PEAD D.90 mm PN16). Il nuovo impianto di pressurizzazione, caratterizzato da un rilancio in rete a mezzo di elettropompe centrifughe, sarà tecnologicamente avanzato ed in grado di mantenere una pressione costante al variare della richiesta idrica di valle; tale sistema sarà inoltre ridondato garantendo la continuità d’esercizio anche in caso di avaria o di assenza di energia elettrica.

Il secondo cantiere ha riguardato la zona di via Forti: questo intervento consiste nella sostituzione per vetustà della rete locale con contemporaneo potenziamento; la precedente linea idrica, avente una estensione di circa 500 metri, era del DN 20 e si presentava in condizioni obsolete tali da richiederne una integrale sostituzione oltre che un diametro nettamente superiore. Il diametro del tubo posato oggi è PEAD D. 50 mm. In questo modo l’antica borgata Forti, che accoglie anche il laboratorio artistico di Manuela Incorvaia e Roberto Di Giorgio, sarà servito nel migliore dei modi.

L’amministrazione comunale ringrazia pubblicamente la Tecnoedil per il suo continuo impegno: l’azienda dimostra sempre una grande efficienza a risolvere i problemi che riguardano questi servizi. L’importo totale dei due lavori in esecuzione supera i 150.000 euro.

Lavori a San Carlo.
Lavori in Via Forti.