Nuove posizioni in vigore dal 29 aprile su tutto il territorio nazionale

Spostamenti

  • Sono consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle regioni e delle province autonome che si collocano in zone bianca e gialla.
  • Coloro i quali sono in possesso di pass vaccinale (certificazione verde) possono spostarsi da una regione all’altra, anche se si tratta di zone rosse o arancioni.
  • Può avere il pass vaccinale:
    - chi ha completato il ciclo di vaccinazione;
    - chi si è ammalato di covid ed è guarito;
    - chi ha effettuato il test molecolare o test rapido con esito negativo nelle ultime 48 ore.
  • Dall’1 maggio al 15 giugno, in zona gialla e arancione, è possibile andare a trovare amici o parenti.

Scuola

  • Dal 26 aprile fino alla conclusione dell’anno scolastico 2020-2021, è assicurato, sull’intero territorio nazionale, lo svolgimento delle lezioni in presenza per i nidi, asili, elementari e medie.

Scuole superiori

  • La presenza in zona rossa è garantita dal 50% al 75%, in zona gialla e arancione dal 70% al 100%.

Ristoranti, bar

  • Dal 26 aprile sono consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo, sia a pranzo che a cena, esclusivamente all’aperto.
  • Dall’1 giugno le attività di somministrazione sono consentite anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle ore 5 fino alle ore 18.
  • Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti negli autogrill, negli ospedali, negli aeroporti e nei porti, e negli alberghi limitatamente ai clienti ivi alloggiati.

Spettacoli

  • Dal 26 aprile riaprono al pubblico cinema, teatri, sale concerto, live club.
  • I posti a sedere devono essere preassegnati, ad una distanza di 1 metro l’uno dall’altro.
  • La capienza massima consentita è pari al 50% di quella massima autorizzata e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto.
  • Per eventi di particolare rilevanza e tenuto conto delle caratteristiche dei luoghi è possibile autorizzare la presenza di un numero maggiore di spettatori.
  • Dall’1 giugno le competizioni di livello agonistico, riconosciute di preminente interesse nazionale, sono aperte al pubblico con capienza dei luoghi non superiore al 25% rispetto a quella massima autorizzata, e, comunque, il numero di spettatori non può essere superiore a 1000 per l’impianti all’aperto e a 500 per gli impianti al chiuso.

Piscine, palestre, sport di squadra

  • Dal 26 aprile è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva, anche di contatto. Rimane interdetto l’uso degli spogliatoi.
  • Dal 15 maggio riaprono le piscine all’aperto.
  • Dall’1 giugno riaprono le palestre.

Fiere e congressi

  • Dal 15 giugno, in zona gialla, è consentito lo svolgimento delle fiere.
  • Le attività degli esercizi presenti all’interno di mercati, di centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture ad essi assimilabili rimangono aperti anche nei giorni festivi e prefestivi.
  • Dall’1 luglio, in zona gialla, si possono organizzare convegni e congressi rispettando le linee guida approvate dal Comitato tecnico scientifico.

Centri termali, parchi tematici e di divertimento

  • Dall’1 luglio sono  consentite le attività nei centri termali e possono riaprire i parchi tematici e di divertimento.