COVID-19 a Castiglione Tinella - Aggiornamento del 26 aprile 2021

Cari castiglionesi,
come sapete da giovedì 29 aprile anche la provincia di Cuneo sarà in zona gialla, per cui ci adatteremo alle relative condizioni dettate dal Governo: le norme saranno un po’ meno restrittive ma saranno comunque sempre accompagnate dalla necessaria attenzione per non sviluppare contagi da Coronavirus.

Nel nostro Comune oggi abbiamo soltanto una persona positiva al virus: isolata nella sua abitazione,  fortunatamente non ha gravi problemi di salute. In questi mesi però la pandemia ha avuto - in generale e in particolare sul territorio cuneese - numeri davvero allarmanti, e sarebbe un grosso errore allentare l’attenzione perché potrebbe avvenire una nuova recrudescenza dell’epidemia, che porterebbe inevitabilmente a nuove chiusure, con nuovi problemi sia per la salute dei cittadini sia per le attività economiche del nostro paese. Per questo, nonostante i vaccini che si stanno facendo, vi invito a non abbandonare l’uso della mascherina, a mantenere le giuste distanze e a provvedere a una buona igiene personale.

Per quanto riguarda i vaccini, il giorno 12 aprile si è effettuata un’azione straordinaria con la vaccinazione degli over 70 e degli over 80 che erano rimasti indietro: questi ultimi faranno il secondo vaccino il giorno 3 maggio, mentre gli over 70 faranno il richiamo a metà del mese di luglio (probabilmente il 12 luglio).

Adesso sono aperte le adesioni dedicate alle persone dai 60 ai 69 anni: queste devono comunicare l’adesione personalmente sul sito www.ilpiemontetivaccina.it; sullo stesso sito possono ora prenotarsi anche i cittadini fragili che hanno dai 16 ai 59 anni. Se qualcuno ha problemi a eseguire l’operazione può rivolgersi al suo medico curante oppure agli uffici comunali, dove troverà la necessaria assistenza.

Chi non ha ancora aderito è invitato quindi a farlo prima possibile così da far partire le vaccinazioni relative a queste fascie d’età. Queste persone, così come quelle delle fasce successive, saranno vaccinate nel nuovo centro vaccini che è allestito presso il salone del centro sociale Gallo a Santo Stefano Belbo. Le persone cosiddette fragili, probabilmente continuano invece a essere vaccinate presso il nuovo e il vecchio ospedale albese.

Ricordo che in Comune sono sempre disponibili i documenti da compilare per la vaccinazione, e l’invito è quello di seguire sempre gli aggiornamenti sul sito web comunale. Allo stato attuale in Piemonte mancano ancora le necessarie dosi di vaccino per poter procedere celermente e con continuità, ma quando si aprono le adesioni per le diverse fasce d’età, i cittadini che intendono vaccinarsi devono registrarsi al più presto, così da essere pronti quando ci saranno i vaccini disponibili; in questo modo potremo uscire da questa condizione che colpisce la vita di tutti noi.

Un caro saluto.

Il sindaco
Bruno Penna