Obbligo mascherine anche all'aperto

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 7 ottobre 2020, un decreto di proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021, per consentire al Governo di intervenire attraverso lo strumento del DPCM ogni qualvolta la situazione del contagio lo richieda.

Contestualmente sono stati prorogati i contenuti del DPCM 7 settembre 2020 - che scadeva il 7 ottobre - al 15 ottobre 2020, quando è atteso un nuovo DPCM.

Mascherine al chiuso

Il provvedimento di proroga include l'estensione dell'obbligo di indossare le mascherine in tutti i luoghi chiusi - non soltanto in quelli aperti al pubblico - che non siano abitazione privata.

Mascherine all'aperto

L'obbligo di indossare la mascherina varrà “in tutti i luoghi all'aperto ad eccezione dei casi in cui sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento” da altre persone non conviventi (es. passeggiata in luogo deserto).
L'obbligo non vale se si è all'aperto in un luogo isolato con persone conviventi.
Esistono eccezioni di soggetti esclusi dall'obbligo: bambini di età inferiore ai 6 anni, soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, soggetti che svolgono attività sportiva.
Contravvenire all'obbligo comporterà una sanzione di importo compreso tra 400 e 1.000 euro.
Le Regioni potranno deliberare soltanto in senso più restrittivo.
Le misure sono in vigore dal oggi, 8 ottobre 2020.

Protocolli anti-contagio per le attività economiche

Restano operativi i protocolli anti-contagio per le attività economiche, produttive e sociali e le relative linee guida.

Scarica l'ordinanza