Castiglione Tinella: sul territorio comunale è vietato il diserbo su sponde stradali e l’abbandono degli “shelter”

Una delibera approvata dal Consiglio dello scorso 30 gennaio ha modificato il regolamento comunale di Polizia Rurale, ampliando l’articolo dedicato alla pulizia delle sponde e creandone uno nuovo per affrontare il tema della rimozione di materiali utilizzati in agricoltura, per il nostro territorio in particolare nei vigneti. Due grandi argomenti che offrono indicazioni importanti per il lavoro degli operatori agricoli, mirati ad evitare fattori inquinanti e a preservare il magnifico disegno paesaggistico. Sul territorio di Castiglione Tinella è quindi da ora vietato utilizzare diserbanti e dissecanti per la pulizia di sponde e banchine stradali ed è anche vietato lasciare dispersi nell’ambiente dei materiali come i diffusi involucri plastici di protezione utilizzati in particolare per le giovani barbatelle, oltre a cordame, teli o canne plastificate. I cosiddetti “shelter” che punteggiano gli estesi vigneti delle nostre colline, sono infatti spesso lasciati tra i filari,  trinciati con i mezzi meccanici o addirittura bruciati: quando è concluso il loro utilizzo devono invece essere rimossi dal vigneto e smaltiti seguendo le norme vigenti per il rifiuto differenziato.
Belbo.